COVID-19

In questo momento per tutti difficile, si hanno tante emozioni (stress, smarrimento, ansia, forme di ansia individuale e panico collettivo, che non vanno sottovalutate, e ne dobbiamo prendercene cura come si fa normalmente con il corpo (si fa sport, ci si nutre per bene etc.).
 Il periodo prolungato d'isolamento dalla vita sociale, la lontananza dalla sede di lavoro, la convivenza con la famiglia senza momenti per sè, possono mettere a dura prova la nostra positività e la nostra pazienza.

Dal 2019 sono in formazione come psicologa di emergenza, perciò ho deciso di raccorgliere e riassumere alcuni aiuti psicologici che ho trovato su dei vari siti, per superare al meglio questa situazione quasi "surreale":


Consigli per gestire meglio  l’isolamento e le paure
 

  1. La quarentena deve essere fisica e non sociale, perciò curate i vostri contatti personali per telefono o videochiamata, rimanete a contatto con i vostri cari: un solo ciao come va? aiuta già a sentirsi meno isolato.
  2. Mantenete le vostre abitudini: andate a dormire sempre verso la stessa ora (senno poi quando passa questa situazione vi ritrovate con dei problemi di sonno! e questo e da evitare :-), mangiate regolarmente
  3. Adottate delle nuove abitudini: per esempio fate mezz'ora di ginnastica tutte le mattine (su youtube ci sono dei video fantastici) , fare un bagno (normalmente nello stress giornaliero non c'é sempre il tempo...)
  4. Il nuovo tempo libero può essere usato per fare qualcosa, che avevate in mente da tempo, che però fin'ora vi mancava il tempo: per esempio: fare un puzzle, creare un album di foto, ordinare l'armadio, imaprarare una nuova lingua (anche qui si trovano dei buon corsi online), imparare a giocare a scacchi, prova una nuova ricetta forse anche impegnativa?  lavorare in giardino o aggiustare in balcone, etc. 
  5. Se la quarantena e in famiglia createvi degli spazi in cui di tempo in tempo potete stare da soli. 
  6. Se vi volete sentirvi utili: offrite il vostro aiuto, per esempio andando a fare la spesa per i vicini anziani o dall'altra parte se vi serve aiuto, chiedetelo e accetate l'aiuto che viene offerto. 


Un paio di consigli contro la tendenza a rumiginare (difficoltà di interrompere i pensieri) - gestire la paura

La paura è normale e utile perché ci protegge dai pericoli e favorisce l'adozione di misura di prevenzione. Per conto se la paura porta a
-generare panico e/o
-negare o minimizzare la realtà
........allora non é più funzionale e rischia di creare problemi.

In un contesto come quello attuale, avere paura è del tutto normale e utile, perché questo ci spinge verso un comportamento protettivo verso il rispetto delle raccomandazioni ufficiali. Importante però e assicurarsi che la paura non si trasformi in panico. Per evitare ciò:

  • concentrati su fatti oggettivi: affidati a interlocutori affidabili ed evita storie sensazionalistiche --> evita la ricerca compulsiva di informazioni: guarda il TG o leggi il giornale online 1 volta al giorno
  • Focalizzati esclusivamente su una cosa ne fa aumentare l'importanza e la gravità a discapito della reale percezione sia di questo problema che anche di altri, i quali finiscono per passare in secondo piano pur essendo ugualmente rilevanti, cerca  di mantenere una visione sul insieme.


Anche qui come sopra potete usare gli stessi consigli:
cerca di distrarti:
-risolvi un cruciverba
- leggi un libbro
- abbellisci il balcone --> la vicinanza alla natura aiuta
specialmente per il ruminare: 

  • fà sport: per esempio saltella
  •  sali e scendi le scale
  •  bevi dell'acqua fredda
  • gioca a carte, dasolo puoi giocare anche un solitaire etc. 

-Dai un appuntamento alle preoccupazioni: questa e un' altra arma per combattere la tendenza al ruminigiare: non scappare ma al contrario: guardala in faccia questa ossesione: Ma solo per 30 minuti al giorno: cercati un bel posticino dove poter ruminare, e passati i 30 Minuti, fai qualcos' altro! --> questa strategia e stata testata la prima volta nel 2011 da dei ricercatori della Penn State University nell'albito di uno studio sullo stress, e sembra funzionare!)...provate

........in costruzione :-)

E non dimenticate: tutto andrà bene :-)





Fonti: FSP-Psychologie, Ministerio della salute, santépsy